Un cambiamento interiore

Chi più chi meno, siamo quasi tutti insoddisfatti di noi stessi, ma non deve per forza essere un male. Una certa quantità d’insoddisfazione è necessaria, se vogliamo continuare a fare progressi. È salutare aspirare a essere più di quel che siamo. Il problema è che troppi di noi si fermano lì. Perché credi che succeda?

Sospetto che il più delle volte sia perché pensiamo di non avere le doti necessarie a fare progressi e migliorarci — il che solitamente è vero. Possiamo fare alcuni cambiamenti per pura forza di volontà o lavorando più sodo, come raggiungere una nuova quota di vendite o diminuire di una taglia; ma che succede con i cambiamenti più grandi, quelli interiori, che sappiamo ci renderebbero persone migliori e più felici? Spesso quelli sono i cambiamenti più elusivi.

Diciamo a noi stessi che non siamo abbastanza capaci. Abbiamo troppi difetti e facciamo troppi errori. Abbiamo provato e fallito troppe volte. A cosa serve? Non è alla nostra portata!

Gesù lo riassunse in modo semplice quando disse: «È impossibile agli uomini, ma non a Dio, perché ogni cosa è possibile a Dio».11 Il segreto sta nel metterci nelle mani di Dio e lasciargli fare l’impossibile per noi, attraverso di noi e a volte nonostante noi. Forse siamo piccoli, deboli e incapaci, ma c’è un Dio molto grande, forte e capace, disposto a darci una mano. Con il suo aiuto, fare quei cambiamenti “impossibili” in noi stessi è più facile di quanto possiamo immaginare.

  • * * *

Si può scegliere di tornare indietro al sicuro o proseguire verso il successo. Dobbiamo continuare a scegliere di crescere; dobbiamo continuare a superare la paura. —Abraham Maslow (1908–1970)

Anche se nessuno può tornare indietro e ripartire da zero, chiunque può partire dal presente e trovare un finale completamente nuovo. —James R. Sherman

[Cristo] mi ha detto: «La mia grazia ti basta, perché la mia potenza si dimostra perfetta nella debolezza». […] Perché, quando sono debole, allora sono forte. Io posso ogni cosa in Cristo che mi fortifica. —2 Corinzi 12,9-10; Filippesi 4,13

  1. Marco 10,27 NR