La scala d’oro

Raramente prendere decisioni è una cosa facile; uno dei momenti più importanti per prendere quella giusta è quando si tratta di un’offerta di lavoro. Alcuni anni fa, mia moglie e io eravamo arrivati a una svolta. Avevo appena compiuto cinquant’anni. Nella nostra psiche succede qualcosa d’impalpabile ogni volta che arriviamo a un nuovo decennio. Cominciamo a renderci conto di non essere più tanto giovani; davanti a noi non rimangono molti anni di pieno vigore.

Eravamo in cerca di nuove sfide — ma dove? Avevamo ricevuto diverse offerte, ma due si distinguevano dalle altre. Una era in California; l’altra in Medio Oriente. Abbiamo elencato vantaggi e svantaggi di entrambe, ma le opzioni sembravano uguali. Abbiamo letto la Parola di Dio, abbiamo passato del tempo ogni giorno a cercare di capire il suo piano, ma sembrava tutto piuttosto nebuloso. C’erano troppe variabili per capire dove ci avrebbe portato ognuna di quelle strade. Sentivamo di aver bisogno di qualche indicazione direttamente da Dio.

Un versetto biblico che si è sempre dimostrato utile in situazioni del genere è Matteo 7,7: «Chiedete e vi sarà dato». Il passo prosegue dicendo che se chiediamo del pane il nostro Padre in cielo non ci darà di certo una pietra.

Sono passate settimane e non capivamo da che parte andare, così abbiamo continuato a chiedere indicazioni a Dio. Eravamo come la donna importuna nella parabola raccontata da Gesù, che continuò a infastidire il giudice finché lui si arrese e le concesse ciò che voleva.1

La risposta di cui avevamo bisogno è arrivata sotto forma di un’immagine mentale molto chiara: una scala d’oro che saliva verso destra. In quel periodo vivevamo in Texas, quindi il Medio Oriente era alla nostra destra sulla cartina del mondo, mentre la California era a sinistra. Abbiamo creduto che la visione fosse l’indicazione divina che avevamo chiesto e ci siamo mossi di conseguenza. Ripensandoci adesso, posso senz’altro dire che è stata la scelta giusta.

Dio ha un piano per la vita di ognuno di noi. Lo confermano le sue parole in Geremia 29,11-13: «Io, infatti, conosco i progetti che ho fatto a vostro riguardo — dice il Signore — progetti di pace e non di sventura, per concedervi un futuro pieno di speranza. Voi mi invocherete e ricorrerete a me e io vi esaudirò; mi cercherete e mi troverete, perché mi cercherete con tutto il cuore».2

  1. Vedi Luca 18,1-8
  2. CEI