Un San Valentino speciale

Quando penso al giorno di San Valentino, che è più noto come un momento per scambiarsi speciali doni d’amore, penso soprattutto al grande dono e al sacrificio che Dio ha fatto per noi dandoci suo Figlio Gesù. Poi penso a come tutto l’amore che abbiamo e che possiamo dare agli altri per San Valentino – e ogni giorno dell’anno – è possibile grazie al suo amore. Per Lui non esiste un giorno che non sia un momento in cui dare. Voglio seguire il più possibile il suo esempio.

Ho trovato una poesia che ritengo molto significativa e che indica alcuni dei doni che riceviamo dal nostro grande Innamorato ogni giorno dell’anno. Quando la coppa del nostro amore trabocca dei suoi doni, ci fa venir voglia di condividere quell’amore con gli altri, così che possano farne esperienza anche loro.

Ecco la poesia:

Non mi manda rose,
perché è la mia rosa di Sharon;
né lascia fiori alla mia porta,
poiché li coltiva nel mio giardino.
Non bacia le mie labbra,
poiché mi carezza con il tocco caldo del sole e con la pioggia leggera.
Non mi regala splendidi diamanti da sfoggiare,
poiché ha messo stelle brillanti in cielo e me le ha donate.
Non mi sussurra all’orecchio,
poiché la sua dolce voce riempie il mio spirito ed è sempre con me.
Non è un Valentino che ha promesso una vita d’amore,
poiché il suo è un amore eterno.
Non si limita a farmi regali o dolci promesse,
poiché Lui stesso è il dono più grande, l’adempimento della promessa.
Non riempirà la mia vita portandomi all’altare,
poiché sull’altare ha deposto Se stesso, affinché io conoscessi la vita e conoscessi Lui,
e potessi amarlo per sempre.[Janice K. Lawrence, adattato.]

Il nostro caro Gesù è il nostro Valentino più dolce, colui che ci ha dato un amore infinito, che apprezza infinitamente quando lo aiutiamo a comunicare quell’amore agli altri, oggi e sempre. Felice Giorno degli Innamorati!