Formula del cinque — La crescita spirituale

Si diede con diligenza a cercare Dio […] e finché cercò il Signore, Dio lo fece prosperare. 1

Se vuoi essere in forma fisicamente, devi mangiare bene, fare esercizio e dedicare un po’ di tempo ed energia a prendere buone abitudini fisiche. Allo stesso modo, se vuoi una crescita spirituale – se vuoi essere spiritualmente in forma – devi impegnarti in un regime spirituale.

Vediamo una formula in cinque punti per la crescita spirituale:

  1. Collegati a Dio con l’apporto di contenuti spirituali.

Trovare tempo ogni giorno per assorbire nutrimento e contenuti spirituali è importantissimo per una vita spirituale attiva. Gesù affermò che la Parola di Dio è la nostra fonte di nutrimento spirituale, quando citò il versetto del Vecchio Testamento che dice: «Non di pane soltanto vivrà l’uomo, ma di ogni parola che proviene dalla bocca di Dio». 2

La Bibbia è «la parola che proviene dalla bocca di Dio». Proprio come dobbiamo mangiare cibo materiale ogni giorno per nutrirci e stare in buona salute, dobbiamo anche assumere del nutrimento spirituale quotidiano. Se hai solo pochi minuti da passare con Dio, non farne a meno, pensando che non conti o che non faccia nessuna differenza. Usa quei minuti. Gesù disse: «Le parole che vi ho dette sono spirito e vita». 3 Non perdere il tuo nutrimento giornaliero di «spirito» e di «vita».

Da dove dovrebbero arrivare i tuoi contenuti spirituali? Innanzitutto dalla Bibbia, la Parola di Dio. Un’altra fonte è il materiale devozionale creato da uomini e donne di fede. Le opere ispirate di altri cristiani possono servire a rafforzare la tua fede, farti capire le Scritture e aiutarti ad applicare la Parola di Dio alle esigenze e alle sfide correnti.

  1. Sviluppa una vita di preghiera attiva.

La preghiera è un elemento essenziale della nostra vita spirituale; è il modo in cui comunichiamo con Dio, il nostro Creatore. Possiamo parlare con Lui, lodarlo e adorarlo, confidargli le nostre preoccupazioni, i nostri problemi e le nostre esigenze e chiedergli aiuto, intervento e forza. La preghiera è chiedere che sia fatta la volontà di Dio. Mediante la preghiera ascoltiamo la sua voce e gli chiediamo guida, incoraggiamento, consolazione e istruzioni. La preghiera deve essere un’interazione, un mezzo per sviluppare e approfondire il nostro rapporto con Dio.

Mediante la preghiera possiamo gettare tutte le nostre preoccupazioni terrene sulle sue forti spalle. Se il tuo cuore si preoccupa per qualcosa, se ne preoccupa anche Dio. Come ha detto qualcuno: «Se una cosa è abbastanza grande da farci preoccupare, è grande abbastanza da farci pregare».

  1. Mantieni il cuore a posto con il Signore.

Il punto successivo della nostra formula per la crescita e la salute spirituale è mantenersi a posto con il Signore. Ciò non significa che devi essere perfetto. Gesù conosce i nostri difetti e le nostre debolezze umane, perché ne ha fatto esperienza vivendo come uomo. Quando ha dato la vita per i nostri peccati, sapeva benissimo che non avremmo mai fatto tutto nel modo giusto, per quanto ci sforzassimo. Possiamo avere quel meraviglioso senso di pace e di perdono confessando regolarmente al Signore le nostre colpe, i nostri errori e i nostri peccati. Possiamo trovare pace nel suo perdono quando ci abbassiamo umilmente, riconosciamo le nostre colpe e corriamo tra le sue braccia.

  1. Segui Dio (ubbidisci alla sua Parola, alla sua voce e alla sua guida).

Un altro punto fondamentale per la nostra crescita spirituale è fare ciò che la Parola di Dio ci dice. Siamo tenuti a ubbidire a ciò che Dio chiede a tutti i Cristiani, oltre alle indicazioni e alle istruzioni che rivolge a noi personalmente.

Non vogliamo essere soltanto dei «cristiani istruiti», persone che ne sanno di questioni spirituali, dottrine e teologia. Non vogliamo essere solo in grado di parlare di Gesù e di ciò che si aspetta dai suoi seguaci. Dobbiamo mettere in pratica i principi spirituali, essere degli esempi viventi, e questo viene dal mettere in pratica la Parola e non dall’ascoltarla soltanto.

  1. Unisciti a una comunità di credenti.

Quando stiamo insieme, noi credenti ne traiamo grande profitto. Dopo aver passato tempo con altri Cristiani adorando il Signore, leggendo la sua Parola, cantando e pregando insieme, e confidando gli uni negli altri, ne usciamo più forti. Siamo rinfrescati, la nostra visione si è schiarita e siamo più preparati per quello che il Signore porterà nella nostra vita.

Può essere difficile ritagliare del tempo per una fratellanza di qualità o per trovare una comunità cristiana in cui ti possa sentire a casa. È importante, non solo per la vostra edificazione e il vostro piacere personale, ma anche perché vi dà la forza di fare una differenza nel mondo.

Così, per coltivare una prospera vita spirituale, metti in pratica questi cinque punti fondamentali. I risultati ti soddisfaranno.

  1. 2 Cronache 26,5.
  2. Matteo 4,4; Deuteronomio 8,3.
  3. Giovanni 6,63.