Candele e preghiere

Ci sono alcuni versetti della Bibbia che mi hanno presentato alcune difficoltà. “Pregate incessantemente”. 1 Mi ritorna spesso in mente e ho imparato che la preghiera è molto importante. Io prego molto, ma non lo faccio incessantemente, quindi mi sono spesso sentita colpevole di non aver pregato abbastanza.

Per quanto le mie intenzioni possano essere buone, la mia mente spesso rimane invischiata in altre cose. Faccio una preghierina rapida prima di mettermi al volante, prima di mangiare, di dormire o quando mi sveglio. Faccio una preghiera quando qualcuno mi chiede di pregare per lui o lei. Ho una lista di cose per cui pregare ogni giorno. Quando mi viene in mente una persona, prego per lei; ma per quanto io preghi, per quanto tempo preghi o per bene che preghi, non sarà mai “incessantemente”.

Recentemente mia figlia ha preso l’aereo per andare in Europa. Era un volo lungo, con molte coincidenze e volevo davvero continuare a pregare per lei, finché non fosse arrivata a destinazione sana e salva. Ho trovato una candela profumata che chiamano “Sussurri d’angelo” e mi è piaciuta l’idea che anche se non potevo pregare incessantemente, i suoi angeli avrebbero continuato a pregare per lei. Così ho messo la candela in un posto sicuro, visibile, l’ho accesa e ho pregato per il suo viaggio; poi mi sono dedicata alla mia giornata. Ogni volta che passavo davanti alla candela pregavo per lei. La candela ha continuato a bruciare finché non ho sentito che era arrivata sana e salva.

Forse le nostre preghiere sono come quella candela. La nostra fede e la nostra fiducia in Dio sono come incenso profumato che sale fino al suo trono. Forse Lui apprezza il profumo delle nostre preghiere come io ho apprezzato quella candela. È bello pensare che forse il profumo delle nostre preghiere riempie le sale del cielo come il profumo della candela aveva riempito la mia casa.

Così ho deciso di smettere di preoccuparmi per tutte le volte che non ho pregato. Farò il possibile per cercare di essere più fedele a pregare. Nei momenti in cui mi sentirò più disperata, accenderò una candela profumata e affiderò a Dio i miei pensieri e le mie preghiere. Poi gli affiderò tutto il resto: la mia vita e quella dei miei cari, gettando tutte le mie preoccupazioni su di Lui, perché so che ha cura di me. Poi metterò quel versetto, “pregate incessantemente”, nel contesto giusto. Farò del mio meglio per pregare incessantemente, ma confiderò nella misericordia di Dio quando non ci riuscirò; e lo ringrazierò in ogni circostanza.

  1. 1 Tessalonicesi 5,17 CEI