Tag Archives: Storie personali

  • Fiori, progetti e sogni per l’anno nuovo

    Mi piace curare il giardino, ma a volte i fiori mi creano alcuni problemi. Mi piace comprarne un po’ ogni primavera per godermeli nelle lunghe giornate estive, curandoli, annaffiandoli e ammirando la loro bellezza. Ho solo qualche problema quando è ora di rinunciare ad essi perché cominciano a ingiallire e appassire. Quando vedo la devastazione […]

  • Il grande salto

      Nevicava quando abbiamo caricato gli ultimi oggetti nel container in attesa in un cortile della zona industriale e quasi pronto per la spedizione. Era l’ultimo viaggio che facevamo prima che il container iniziasse il suo viaggio oltreoceano con un carico di effetti personali e articoli donati che ci avrebbero aiutato a iniziare la nostra […]

  • Segui il flusso

    Alcuni anni fa ero coinvolta in un progetto di volontariato che gestiva una mensa per studenti svantaggiati. Nei primi due anni aiutai a pulire la cucina, fare la spesa e preparare i pasti. Provavo un senso d’orgoglio nell’aiutare a fornire pasti deliziosi, ben equilibrati ma anche economici. Il mio impegno fu riconosciuto dai leader dell’organizzazione, […]

  • Io e Giona

    Una delle storie più note della Bibbia è anche una delle più strane. Forse tutti hanno sentito parlare di Giona e della balena. È una delle preferite dei bambini, ma anche una delle più strane, che ti fanno chiedere: Ma perché, Dio? Perché? La prima menzione di Giona nella Bibbia1 afferma che Giona visse tra […]

  • Incrinato!

    L’anno nuovo è letteralmente iniziato con un botto per me! Il 31 dicembre, in un apparente attacco di depressione, il mio telefono ha deciso di sfuggirmi di mano e buttarsi per terra. L’ho raccolto immediatamente, pensando che non fosse successo niente di grave. Era caduto su una moquette e mi era già caduto diverse volte […]

  • Una splendida vista

    Qualche tempo fa sono salita sulla Table Mountain, qui in Sudafrica. È un posto stupendo! Una montagna piatta in mezzo alla città, da cui si possono vedere due oceani, con alle spalle una catena di monti chiamati i Dodici Apostoli. È alta più di 1000 metri ed è coperta da una splendida vegetazione, con tantissimi […]

  • Ricominciare

    Il paese del ricominciare Ah, esistesse davvero quel luogo stupendo, il meraviglioso paese del ricominciare, dove ogni ingordigia egoista dove tutti i nostri errori, dove tutti i nostri dolori, possano essere abbandonati come vecchi vestiti usati per non essere mai più indossati. Ah, potessimo trovarlo per caso, come un cacciatore il sentiero perduto. Potessimo incontrare […]

  • Sulla prua di una bangka

    Durante un viaggio per partecipare alle nozze di mio figlio nelle Filippine ho avuto il piacere di viaggiare su una bangka, un’imbarcazione simile a un catamarano, con un galleggiante a entrambi i lati che le dà una grande stabilità. Ha un disegno sottile e slanciato che le dona velocità; è usato da migliaia di anni […]

  • Accettare i cambiamenti

    Mi hanno sempre affascinato le storie di gente che cambia la propria vita da un giorno all’altro. Il chirurgo di successo che diventa un panettiere, il mendicante che si trasforma in un magnate di Wall Street, la casalinga che si tramuta in alpinista, la coppia d’imprenditori che abbraccia il minimalismo e viaggia per il mondo […]

  • La via di casa

    Era inverno ed ero appena arrivata a Goa, l’ex colonia portoghese sulla costa sudoccidentale dell’India. Ero molto lontana dal mio paese natio, il Brasile, ma feci immediatamente amicizia con una giovane coppia — lui cattolico e lei indù — il cui matrimonio era stato disconosciuto da entrambe le famiglie per motivi religiosi. Avevano aperto un […]

  • Joyeux Noël

    Senza un nemico non può esserci una guerra. Qualche tempo fa ho visto il film Joyeux Noël (Christian Carion, 2005) che racconta la storia di un fatto ben documentato, avvenuto su un campo di battaglia in Francia la vigilia di Natale del 1914. Su una delle linee della Grande Guerra si fronteggiavano circa tremila soldati, […]

  • La richiesta

    Era il mio primo Natale a Taipei, sull’isola di Taiwan, quando sentii cantare per la prima volta in cinese la classica canzone natalizia Silent night.1 Mi fece un’impressione speciale e mi ricordo che pensai che avrei dovuto impararne le parole. Il primo verso fu facile — dopo tutto metà è il titolo della canzone — […]