Perché Dio ci mette così tanto?

Domanda: Sto cercando lavoro, ma finora non ho avuto successo. Se ho pregato e sto facendo la mia parte, perché Dio non mi aiuta?

Risposta: Il modo in cui Dio opera nella nostra vita e sceglie di fare le cose spesso va al di là della nostra comprensione. È misterioso, ci rende umili e solitamente richiede fede e pazienza. I suoi scopi e i suoi programmi spesso sono diversi dai nostri.

In situazioni difficili, quando ti sembra che le cose non stiano andando come avevi sperato, quando le prove della vita sembrano troppo dure da sopportare, quando le battaglie sembrano durare troppo, quando la tua fede è sotto attacco, quando ti senti esausto e non sei sicuro di poter resistere ancora a lungo, allora puoi arrampicarti sul fondamento che Dio ha provveduto per la tua fede — le molte promesse e parole incoraggianti contenute nella sua Parola — e riposare in quel rifugio sicuro.

Una di quelle promesse è che «tutte le cose che domandate pregando, credete di riceverle e le otterrete»,1 ma Dio non promette che saranno tue immediatamente. Il suo programma non sempre corrisponde al nostro. Alcune volte dà effettivamente risposte immediate alla preghiera, ma molte altre volte concede tempo perché la nostra fede maturi e si sviluppi, come del buon vino. La pazienza è il segno di una fede d’annata, profonda, ricca e corposa.

Nel corso della storia Dio ha messo alla prova la fede delle persone, evitando di dare risposte immediate alle loro preghiere. Gli israeliti aspettarono migliaia d’anni che arrivasse il Messia e indubbiamente pregarono e implorarono spesso Dio che lo mandasse, ma Lui aspettò il momento giusto.

La pazienza non è una virtù facile da coltivare. Anzi, va esattamente al contrario di come opera oggi il mondo, sempre alla ricerca di risultati immediati. Possiamo vedere miracoli istantanei e risposte immediate alla preghiera quando Dio sa che è la cosa migliore, ma a volte forse vuole farci sperimentare le prove, i test e le sfide della vita che ci si presentano quando le sue risposte non giungono immediatamente.

La fede non si manifesta soltanto nella nostra capacità di ricevere risposte immediate e miracolose alle nostre preghiere; si manifesta anche nella resistenza, nella sopportazione e nella pazienza di tener duro anche quando non vediamo risultati immediati. Così «la pazienza completi l’opera sua in voi, perché siate perfetti e integri, senza mancare di nulla».2

  1. Marco 11,24.
  2. Giacomo 1,4.