L’arte di aver cura degli altri

La mia preghiera è che, in mezzo a tutte le faccende della vita, con le tante necessità e priorità urgenti, non perdiamo di vista l’amore né l’importanza che esso ha nel quadro generale delle cose e nelle piccole scelte e priorità di ogni giorno. A volte ci dimentichiamo che tutto ciò che realizziamo non vale nulla senza l’amore. “Se avessi il dono di profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza e avessi tutta la fede in modo da spostare i monti, ma non avessi amore, non sarei nulla. Se distribuissi tutti i miei beni per nutrire i poveri, se dessi il mio corpo a essere arso, e non avessi amore, non mi gioverebbe a niente”.11 Se non abbiamo amore, i nostri sacrifici e il nostro duro lavoro non varranno molto e non otterranno i giusti risultati.

Prendersi cura degli altri è un’arte in cui c’è sempre qualcosa da imparare. Ad esempio, dovremmo imparare a manifestare amore per gli altri nel modo in cui sappiamo che sarà utile e che loro apprezzeranno; a curarli quando sono malati o afflitti fisicamente; a incoraggiarli quando sono giù; ad aiutarli quando hanno troppo da fare; a dimostrare amicizia quando si sentono soli; a essere una salvaguardia per loro quando sono deboli. Dovremmo imparare a prenderci cura degli altri spiritualmente, con una fede e una speranza che chiudono un occhio sui loro errori.

Una delle cose belle dell’amore è che si adatta al bisogno. A seconda della situazione, per qualcuno potrebbe anche voler dire stare zitti e rispettare il suo bisogno di silenzio. Per altri, essere più socievoli e disposti a parlare con loro. Non esiste una formula precisa per l’amore, quindi parte dell’amare sta nello scoprire qual è il bisogno e poi andargli incontro.

È incoraggiante pensare a cosa può succedere quando si prende l’impegno di amare gli altri e a che differenza farà per te personalmente, perché anche tu beneficerai dall’amore che il Signore farà scorrere attraverso di te. Il tuo spirito ne uscirà più forte e si sentirà realizzato in maniera nuova. Creerà un vuoto che attirerà le benedizioni e i miracoli del Signore.

La gioia di Dio possa essere con te, oggi e sempre.

*  *  *

Più dolce del profumo delle rose è la reputazione di avere una natura gentile, tollerante e altruista; un carattere pronto a fare agli altri qualsiasi gesto di bontà sia in suo potere fare. —Orison Swett Marden (1850–1924

  1. 1 Corinzi 13,2-3