Il mio arazzo

Ti sei mai sentito come se la vita ti avesse guidato su un sentiero sbagliato, o come se le cose non fossero destinate a risolversi positivamente per te? Per me c’è stato un momento in cui la vita sembrava priva di senso, come il groviglio di fili dietro ad un arazzo.

Da bambina, una grave forma di scoliosi, una curvatura della spina dorsale, mi causò forti depressioni e poi accentuò i tipici timori adolescenziali riguardo al futuro. A quindici anni, facevo già uso di droghe. È incredibile che sia riuscita a superare quegli anni difficili in cui mi sentivo perduta e senza speranza. Dio era l’ultima cosa a cui potessi pensare.

Dopo i vent’anni lavorai per diverso tempo come infermiera nel reparto tumori di un ospedale, ma vedere così tanta sofferenza, giorno dopo giorno, mese dopo mese, era troppo per me. Rimasi sempre più delusa dalla vita e, non sapendo a cosa o a chi rivolgermi, decisi di abbandonare la mia terra natia, la Germania, e viaggiare il mondo alla ricerca della verità. Andai a finire in India dove, dopo un fallito tentativo di diventare una monaca buddista, andai errando per le sue strade polverose in un pellegrinaggio alla ricerca di pace, felicità e uno scopo nella vita.

Un giorno, nell’India settentrionale, ebbi una conversazione molto profonda con un giovane missionario cristiano. Gli spiegai i miei molti dubbi sulla vita e, una alla volta, mi diede le risposte mostrandomi i versetti nella sua Bibbia tascabile. Sette ore più tardi non avevo più domande da fargli e decisi di mettere alla prova ciò che lui chiamava «le promesse della Bibbia». La mia vita stava per cambiare radicalmente; stavo per vedere il mio arazzo dal verso giusto e tutto avrebbe iniziato ad avere un senso.

Non ebbi una grande esperienza emotiva quando invitai Gesù nella mia vita, ma nel corso dei giorni successivi, accadde qualcosa di meraviglioso. Le parole della Bibbia nutrirono il mio spirito e diventarono chiare e comprensibili.

Questo successe quarant’anni fa. Da allora, come un filo dorato intessuto nell’arazzo della mia vita, la Parola di Dio mi ha guidato oltre le montagne e attraverso le valli, sotto il sole e sotto la pioggia, accanto a torrenti rinfrescanti e attraverso il deserto. Quelle parole, a dispetto del luogo o del sentiero, non hanno mai smesso di far fiorire nella mia anima gioia, pace e crescita spirituale.