Il metronomo

Siamo quattro amici, seduti attorno al tavolo della cucina. Ognuno di noi ha lavori, orari e responsabilità che ci trascinano in direzioni diverse e non ci succede spesso di passare del tempo insieme. Questa sera, però, siamo lì seduti a parlare delle nostre vite.

La nostra conversazione spazia su molti soggetti: allevare i figli, i viaggi, le difficoltà della vita e così via. Dopo un po’ ci soffermiamo su un argomento che desta passione in ognuno di noi: di come la Parola di Dio è stata una guida nella nostra vita. Quello che trovo sorprendente è il modo in cui ognuno di noi, nonostante abbia condotto vite e attività pazzamente diverse, trova qualcosa di attuale e prezioso nella Bibbia.

Non che ogni volta sia una rivelazione. Per lo più è un metronomo che dà ritmo e tempo alla nostra vita. Spesso oggi si sente dire che la Bibbia è irrilevante, antiquata e incapace di dare insegnamenti su come affrontare i problemi della vita moderna. Ogni persona del nostro gruppo, però, può testimoniare che essa è più che sufficiente a coprire le motivazioni, le prospettive e i valori che danno impulso alla vita.

Mi affascina come Dio abbia basato il suo piano per noi sui rapporti, piuttosto che sulle regole. Non ci ha caricato di centinaia di regole e tradizioni da seguire, tanto da far perdere ogni attualità ai suoi seguaci di oggi, facendoli vivere come quelli di un tempo. Al contrario, ha fatto in modo che dobbiamo affidarci a Lui e alla sua Parola per sapere cosa vuole e cosa si aspetta da noi. Ci promette che se lo cercheremo, lo troveremo.11

Quello che gli chiedo io, ad esempio, sono indicazioni riguardanti i miei figli adolescenti. Per un mio amico, potrebbero riguardare l’impresa che sta ampliando. La terza amica deve affrontare la diagnosi della malattia di una persona cara, mentre il quarto amico sta cercando di equilibrare la sua vita impresariale con la sua vocazione cristiana. Ognuno di noi ha chiesto a Dio i suoi pensieri e le sue opinioni su questi argomenti e ha ricevuto ciò di cui aveva bisogno.

Abbiamo terminato la nostra conversazione con saluti e abbracci, accomiatandoci per seguire con maggior sicurezza la guida che ci accompagna nei nostri viaggi individuali.

Se vuoi cominciare a costruire un rapporto con Dio, puoi farlo adesso facendo questa semplice preghiera

Caro Gesù, grazie per essere morto per me perché potessi avere la vita eterna. Ti prego di perdonare ogni azione sbagliata e insensibile che possa aver fatto. Entra nel mio cuore, concedimi il dono della vita eterna e aiutami a conoscere il tuo amore e la tua pace. Amen.

  1. Vedi Geremia 29,13